Quando ci si allena per gare Ultra, è fondamentale allenare la resistenza del proprio fisico. Bisogna abituarsi allo stress dato dal correre di notte, senza dormire, in qualsiasi condizione meteo. Ecco dunque che un qualsiasi week end invernale può diventare occasione ideale per un “lungo” di 12 ore.

Partenza sabato a mezzanotte. Con me, un gruppo di amici con la mia stessa passione che, a staffetta, mi hanno affiancato in alcuni giri. Per me, questo evento è diventato un “up&down”. La tratta è stata quella Como – Brunate e la sfida è durata fino a domenica, a mezzogiorno. Un allenamento fatto di salite e discese e vento gelido. Di amici che sono andati e venuti, di ristori improvvisati, di fatica e, come sempre, di tante risate. Perché l’essenza dello sport non può prescindere dal vivere ogni momento con intensità e con il sorriso tra i denti.