Sembrava una data lontana, ma ora è dietro l’angolo

Quando ho fatto l’iscrizione nel novembre 2019 sembrava lontanissima, ma adesso la data è dietro l’angolo e non posso farmi trovare impreparato: il 28 giugno è praticamente domani!
Cortina Trail 48km/2600d+ per alcuni, LUT 119km/5800d+ per altri: due gare tanto toste quanto prestigiose, la più lunga è il mio obiettivo di mezza stagione!

Come sempre, per prepararmi al meglio, ho pensato di coinvolgere i miei atleti, con cui ho svolto un test su un tracciato molto simile a quello che troveremo in Veneto. 12h di corsa, in un vallone selvaggio non lontano da Como che, per riprendere il nome in dialetto, ho chiamato 12h Pun Tsá Race Camp No Stop!
Il chilometraggio delle due gare a cui puntiamo è diverso. Nonostante questo, però, le insidie da affrontare sono le stesse per ogni trailer, alle prime esperienze o più esperto che sia.

Sfidarci mettendoci in gioco

Lo sanno bene tutti i membri del mio team che mi hanno accompagnato in questo test, che ci ha messi a dura prova dall’inizio alla fine, con un fantastico mix di fatica e divertimento.
Siamo partiti in ventuno, 15 uomini e 6 donne, tutti accomunati dalla voglia incessante di mettersi in gioco con sè stessi e di farlo attraverso la corsa.

Fare ripetutamente lo stesso giro da mezzanotte a mezzogiorno, confrontandosi con cambiamenti di temperatura dovuti ad una forte umidità, condizioni di luce dalla notte profonda al sole che acceca, il terreno che cambia frequentemente la sua composizione tra sterrato, sassoso, fangoso ed erboso ed anche 50/60mt di asfalto, cambi di pendenza dalla salitella stretta ed irta alla discesa disconnessa, lo sguardo è sempre rimasto fisso 4/5 metri avanti.

Affrontiamo la notte senza fermarci

Il confronto con la notte è sempre lo spauracchio più grande: correre combattendo contro il sonno non è facile, ma eravamo tutti determinati ed eccitati da questa sfida tanto tosta quanto intrigante.
Ho predisposto nel bosco un campo-base “all’americana” dove ognuno poteva trovare la sua sedia, i suoi cambi d’abbigliamento e qualcosa con cui eventualmente coprirsi in caso di sosta alla fine di ogni giro del percorso, in modo tale da tenere facilmente il conto e, soprattutto, per avere un checkpoint fisso dove re-integrare le energie perse ed eventualmente riposarsi un po’ prima di ripartire.

La lunghezza di ogni singolo giro era di 3,8 km, con un dislivello di 100D+.
Il tracciato misto, per pendenza e fondo sempre mutevoli, non è affatto scontato da percorrere, ma la forza del gruppo e lo spirito di appartenere ad una comunità di runners votati all’avventura ci ha guidato anche quando le nostre lampade frontali sembravano non bastare ad illuminare il sentiero.

Un onore ma anche una responsabilità

Oltre all’onore di essere il coach di tanti Ultra Trailer come me, avevo la responsabilità e il dovere di accertarmi delle loro condizioni il più frequentemente possibile, sia di quelle fisiche che, in particolar modo, di quelle psicologiche.
Se sono riuscito a farlo è anche merito di LIFT by Juice Plus+, l’energia naturale da Mango, Guava e buccia di Limone e caffeina naturale dall’Erba Mate, rivelatosi un alleato fondamentale per tenermi non solo sveglio, ma soprattutto attivo, dinamico e mentalmente in grado di gestire gli imprevisti e la fatica con un’adeguata freschezza mentale.

Alla fine sono riuscito a portare a termine 25 giri, accumulando 95 chilometri con un dislivello di 2500d+ con una solidità psicofisica che, se avessi corso da solo, probabilmente non avrei sentito così presente.
È stato molto provante ma sono soddisfatto degli sforzi, della passione e dei risultati del mio team.

Una volta terminate le nostre 12 ore di corsa senza tregua, dopo che tutti avevano suonato “la campana” nel senso letterale della parola, ho fatto i complimenti all’intero gruppo: ognuno ha affrontato sé stesso al meglio!
Il test è stato superato da tutti, la prossima volta, però, niente più prove: abbiamo un pettorale da onorare fino al traguardo!

Adesso c’è da riposare e caricarsi di energie… la fine di giugno è più vicina di quanto sembri.