È passato poco più di un mese dall’esperienza realizzata con Juice Plus+  “Pull Up If I Pull Up”, ma i ricordi di quell’esperienza (che ho raccontato qui) sono ancora vividi nella mia mente. Ogni tanto, infatti, continuo a premere il tasto “indietro” nel mio archivio mentale e ritorno a quella nottata lunga, faticosa, fatta di sforzi, episodi ma soprattutto sorrisi sinceri e spontanei. Poi torno al presente, e noto tantissimi cambiamenti attorno a me.

È arrivato l’autunno

L’estate sembra davvero un lontano ricordo! Il clima è diventato fresco e le giornate sono più corte. Guardo i miei piedi e li vedo sommersi dalle foglie color ocra e arancio, guardo il cielo e ammiro le nuvole: mi è sempre piaciuto collegarle a delle forme familiari!

Ciò che non cambia, però, è la mia vita da ultra-trailer e le sensazioni che ogni giorno mi dona. Una volta alla settimana effettuo lo stesso giro che ho corso assieme ai miei otto allievi e mi sorprendo di come ogni piccolo dettaglio del percorso faccia scaturire nella mia mente il ricordo di alcuni aneddoti vissuti con Alessandro, Alice, Alessandro, Laura, Valentina, Eleonora, Rosi e Claudia. Sembra davvero ieri quando li ho accolti nella mia Como, carichi a molla!

Anche da coach si può imparare!

Nonostante siano anni che alleno ragazzi vogliosi di mettersi in gioco, la loro grinta mi è rimasta impressa: ho rivisto spesso in loro la voglia di lottare contro la fatica, contro la testa che, ogni tanto, suggerisce di fermarsi e tornare a casa. La loro voglia di dimostrare a sé stessi di che pasta fossero fatti, di creare un gruppo affiatato nonostante fosse la prima volta che ci incontrassimo dal vivo, ricalca perfettamente la mentalità delle grandi squadre: quelle che riscrivono la propria storia a colpi di limiti personali abbattuti, superati alla grandissima.

Un’impresa del genere, nonostante io faccia della corsa il mio lavoro, mi è rimasta nel cuore perché i ragazzi che ho conosciuto, in pochi mesi, sono diventati miei grandi amici con cui continuo a condividere parte della mia quotidianità, seppure da lontano. Ci tengo molto, perché vederli accettare una sfida “a sorpresa” come Pull Up If I Pull Up by Juice Plus+ mi ha dato ulteriori motivazioni per continuare a fare il mio lavoro da professionista, con passione, amore per lo sport e per l’Outdoor.

Sono contento di aver instillato in tutti i ragazzi la voglia di vivere all’aria aperta, di godersi lo sforzo, di sfidare le proprie paure. Spingersi oltre, superare i limiti e affrontare le sfide sono valori che fanno da sempre parte della mia vita e della filosofia di Juice Plus+, che ha reso possibile quest’avventura irripetibile, sia a livello di organizzazione che a livello di supporto: durante la notte, infatti, Uplift e le barrette Complete sono stati una spalla ottima!

Cosa cambia nella preparazione fisica?

L’estate è piacevole perché si sente l’aria calda sulla pelle, si sa, ma ciò che è ancora più bello è godersi i cambi di stagione, ognuna con le sue particolarità. Se le stagioni cambiano, non può cambiare mai la motivazione, e credo che sia questo dover essere il fattore più flessibile nella mentalità di un atleta.

La mente non sente la temperatura, i pensieri non percepiscono i gradi che si abbassano. Lo sente la pelle, il corpo, ma il pensiero dev’essere sempre rivolto a uscire fuori dalla propria zona di comfort, a misurarsi con le difficoltà, a confrontarsi con le salite più dure dello sport e della vita, magari con una maglietta in più e qualche grado di temperatura in meno, ma alla fine il traguardo sarà sempre lo stesso: quello magnifico delle proprie vittorie, perché “andare oltre” è sempre il mio mantra.

Cosa ci aspetta?

Non si può sapere cosa il futuro ci riserverà in questi tempi che cambiano in modo repentino. Penso, però, che esperienze come quelle di Pull Up If I Pull Up by Juice Plus+ fortifichino non solo le gambe e il fisico, ma soprattutto portino benefici quali la mentalità vincente e la consapevolezza che gli ostacoli ci saranno sempre, ma sarà nostro compito essere sempre un po’ più bravi nel saperli affrontare, guardarli negli occhi e, finalmente, superarli in grande stile, esattamente come hanno fatto i miei 8 allievi di Pull Up If I Pull Up by Juice Plus+!

Buoni propositi

I buoni propositi da qui fino alla fine del 2020 sono già in lista. Tra i tanti “obiettivi nel cassetto”, però, c’è un desiderio particolare: mi piacerebbe rincontrare i ragazzi, perché il legame che si è creato con loro è e resterà indelebile, indissolubile, perché forgiato dalle difficoltà, dal gioco di squadra e, soprattutto, dall’obiettivo comune di andare oltre il limite e costruire un nuovo mattone nel proprio percorso di crescita sportiva e, soprattutto, umana.
Buona corsa a tutti!